domenica 3 giugno 2012

Tautogramma in O


Onta

Oligarchico onesto, Ottavio originò Ottaviano oltreché Ottavia. Ormai orfani, ottennero onorificenze.
Ottaviano oltretutto ottenne oro, onnipotenza. Oratori orgogliosi osavano opporglisi? Ottaviano orchestrava omicidi [1].
Oggi Ottaviano, opaco, osserva obliquamente Ottavia, oltremodo ossessiva: “Occorrerebbe omaggiarla offrendole ostriche oceaniche”.
Odioso opportunista!
Ottavia…
Occupatene ora! – ordina Ottavia oscillando ostinatissima. – Occludigli ogni orifizio, otturagli organi! Orsù, ostacoliamogli ogni ossigenazione!
“Ordire operazioni ostili…”, opina Ottaviano, ottenebratosi, “opzione onerosa oppure oculata?”.
Ospita odalische orientali: ostentano ombelichi oltraggiandomi! Ohimè, odo orgasmi occasionali! [2]
Obbedisco.


[1] L’oratore vittima della sua vendetta è Marco Tullio Cicerone.
[2] Marito di Ottavia era Marco Antonio, che le preferirà Cleopatra.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento