giovedì 21 giugno 2012

Tautogramma in R



Ragazzo riservato, risparmiatore, ridacchiava raramente. Riteneva redditizio realizzare retoriche: realizzò requisitorie ragguardevoli ricavandone riconoscimenti regali. Rinominato Romano, rinnegava regimi.
Raggrinzito, ricurvo, Rousseau ricevutolo raccontò: «Razionalista rigorosissimo, respinge riflessioni retrograde rimproverando rampolli rammolliti: raccomandatelo!».
Religioso restio, racimolava ripetutamente relazioni: raccoglieva ricche racchie rincretinite, ripassava rosse ricciolute, requisì reginette, riscattava rospi ripugnanti, ramazzava, randellava, rastrellava ripagandole.
«Robespierre», ricordano reduci rammaricate, «rivelava risorse recondite».
«Reggeva ritmi record», rimpiangendolo, «riaprendomi ruggiva raucamente: Repubblica!».


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento